Airswimming o della fisiologia del cuore

sabato 24 ottobre ore 21:30

AmerichE

Airswimming
o della fisiologia del cuore

di Charlotte Jones
una produzione AmerichE Teatro
diretto ed interpretato da Elisa Paolicchi e Alice Vannozzi
musiche di Matteo Consani e Giulia Puccetti

Manicomio criminale di Santa Dymphna.
È il 1924. Persefone Baker e Dora Kitson sono in corvè di pulizia. Persefone è nuova al manicomio e Dora, internata dal 1922, le spiega le regole del gioco. Dora ha la passione per gli eserciti e le uniformi, indossa abiti maschili. Persefone sogna una vita da madre e moglie perfetta e anche in manicomio è sempre ben vestita e non direbbe mai cattive parole. Dora e Persefone sono accomunate dal destino di internate, entrambe per aver avuto figli fuori dal manicomio. La vita al Santa Dymphna e la nuova conoscenza non sono affatto facili, ma sono l’unica via d’uscita. Persefone e Dora si allenano a vicenda in una lunga convivenza, fino al giorno delle Nozze d’Oro. Dalla prima scena si evince che Dora ha già iniziato a scomparire nel personaggio che si è creata per la sua autoconservazione, quello di un soldato. Lei ringhia ordini ad una Persefone terrorizzata e illusa, che inizialmente insiste che la sua famiglia tornerà a prenderla e che l’intero equivoco sarà chiarito. Entro i primi due minuti, Dora stabilisce il mondo in cui Persefone è stata spinta, anche se la nuova arrivata si rifiuta di accettarlo. “Qui abbiamo bisogno di gomiti forti”, Dora le dice. “Non abbiamo bisogno di una caviglia delicata, un elegante polso, un collo di cigno. No, qui è necessario avere gomiti dannatamente buoni”. Persefone sogna di essere salvata da Reggie, l’uomo sposato, anziano e padre del suo bambino, diventando sempre più agitata dal momento in cui si rende conto che la sua fantasia non potrà mai avverarsi. Il gioco salta tra scene del passato e del futuro, portando con sé il pubblico attraverso oltre 50 anni di internamento insieme a queste donne. Questo andirivieni continuo nel tempo permette allo spettatore di comprendere la noia e mostra anche gli effetti profondi che Dora e Persefone hanno l’una sull’altra nel loro mondo privato. Il racconto si sviluppa nella casa di igiene mentale e nel luogo fantastico dove le due donne si rifugiano ogniqualvolta hanno paura, con i nomi segreti di Dorf e Porf, e nuove, speciali, deliranti identità. La storia si conclude nel 1972 quando inizia per Dora e Persefone il sogno agognato di una vita libera insieme.

AmerichE attraverso Airswimming affronta un serrato dialogo a due, che si protrae come un lungo ballo a tempi diversi. Il testo, scritto da Charlotte Jones e tradotto per la prima volta in italiano dalla compagnia con la collaborazione di Federico Guerri, tratta il tema della follia come scusa per l’emarginazione degli individui e contesta un modello, proprio di molti tempi storici, che vede il diverso isolato e privato di ogni opportunità di rivalsa. L’autrice affronta il tema della pazzia indotta, procurata dall’isolamento, e l’esilio dall’ambiente familiare, e lo fa invitando lo spettatore a gioire della libertà che la pazzia regala, delle grandi possibilità che offrono la fantasia e l’immaginazione umana. Il testo offre l’opportunità di sperimentare i confini del tragicomico, di spingersi ad interpretare le molteplici verità nascoste nell’animo umano utilizzando un linguaggio chiaro e semplice. AmerichE intende esplorare le molte realtà che il testo lascia intravedere su diversi temi, dalla sessualità all’amicizia, dalla fantasia al terrore, alla morte e all’identità di genere. La compagnia vuole affrontare questa complessità e rendere autenticamente lo stato d’animo delle protagoniste, Persefone e Dora, Porf e Dorf. Tra maternità e rifiuto del femminile, estasi e crollo psicologico, amicizia, amore e solitudine, Airswimming offre sia all’attore che allo spettatore la grande opportunità di scendere e risalire dentro di sé.

La compagnia AmerichE nasce nel 2008 dall’incontro di Alice Vannozzi e Elisa Paolicchi durante la direzione dei laboratori per ragazzi del Teatro Verdi di Pisa. Entrambe si sono formate presso la scuola “Fare Teatro” di Pisa e la scuola europea per l’arte dell’attore (San Miniato, Pisa) dove hanno lavorato con docenti che operano a livello nazionale (Farau, Manetti-Accademia Nazionale Silvio d’Amico, Ugo Chiti-Arca Azzurra Teatro) ed internazionale (Peter Clough- Guildhall school for music and drama, Roberto Romei-Istitut del Teatre di Barcellona, Charlotte Munksoe-Danish National School of Performing Arts a Copenhagen e Jeff Corckett-ATC San Francisco). A piedi scalzi è il primo lavoro della compagnia in scena dal 2009 in collaborazione con Leonardo Gnesi e Sara Tovani agli strumenti. Airswimming è il loro secondo lavoro. Un primo studio su Airswimming è stato selezionato come finalista del Festival “Donna Mostra Donna”. AmerichE si inserisce nel progetto di nascita dell’associazione Looking4 come componente fondante del settore culturale e di formazione. Con la messa in scena di Airswimming si avvia la collaborazione con i musicisti Giulia Puccetti e Matteo Consani che curano la visione musicale dell’immaginario fantastico dell’opera.

Appuntamenti, Teatro