Leggere attentamente le avvertenze

venerdì 19 ottobre ore 21.30

Marco Bigliazzi

Leggere attentamente le avvertenze

Eventi sparsi d’arte

A cura di Carlo Alberto Arzelà

TENERE FUORI DALLA PORTATA DEI BAMBINI
PARAFULMINI in concerto e presentazione dell’album
Marco Bigliazzi (batteria), Filippo Brilli (sax), Riccardo Zini (basso e sax) & C.
In collaborazione con TRA Teatro Rossi Aperto

In collaborazione con:

  • Spazio espositivo iPazziFactory
  • Mai.Social.Maison
  • T.R.A. Teatro Rossi Aperto

Sponsor: Studio Michele di Gregorio, Farmacie Comunali Pisa, Arzelà Studio Architettura, Farmacia Mugnaini.
Media Partner: Paperboat Video


Leggere attentamente le avvertenze è il titolo di tre iniziative incentrate sull’opera di Marco Bigliazzi, che riuniscono tre realtà attive in campo culturale sul territorio pisano: iPazziFactory, Mai.Social.Maison, e il T.R.A. – Teatro Rossi Aperto.
L’autore, regista di cinema d’animazione oltre che artista, scrittore e musicista, ha realizzato corti e serie d’animazione con RAI e partner internazionali distribuiti in tutto il mondo, come la premiata Taratabong!, Pulcinella Award a Cartoons On The Bay come miglior serie preschool.
Gli eventi, sotto la curatela di Carlo Alberto Arzelà, si terranno a Pisa dall’11 al 27 ottobre: esposizioni di dipinti, disegni e scenografie, proiezione di video, incontro sui cartoons, presentazione dei romanzi In Bianco (2015, menzione speciale a Giallo Garda 2016) e In Nero (2017) e concerto rock sperimentale della band di Marco Bigliazzi, i Parafulmini col loro album Tenere fuori dalla portata dei bambini (Lizard Records, 2017).
I primi due appuntamenti sono stati inseriti nel programma dell’Internet Festival 2018 sotto al tema dell’intelligenza in termini di creatività.

Sponsor: Studio Michele di Gregorio, Farmacie Comunali Pisa, Arzelà Studio Architettura, Farmacia Mugnaini
Media Partner: Paperboat Video


Marco Bigliazzi
Qualche nota su di me

Scarabocchio e suono sin da quando ero piccolo – come tutti, del resto, solo che io non ho smesso. Non appena ho potuto ho cominciato anche a scrivere ed è così che, in seguito, sono arrivato ai cartoni animati.
Nel 1963 sono venuto al mondo in quella patria di scooter che è Pontedera. Negli anni settanta ho ricevuto la prima batteria, formato la prima band e frequentato un liceo classico. Da studente di Storia delle Arti all’università di Pisa, negli anni ’80, disegnavo per fanzine, manifesti, volantini. Fu così che nell’86 uno stampatore ed editore pisano, Spartaco Felici, mi commissionò un libro di disegni su Pisa. Titolo: Pisa, ma con la esse scritta al contrario. Tre anni dopo mi laureavo in storia dell’urbanistica.
Dall’inizio della decade successiva, quando ho aperto il mio primo studio di grafica digitale, mi sono occupato di cinema d’animazione e affini e nel ’98 ho diretto Souvenir, un corto selezionato al Festival di Sorrento. In seguito, fatta la conoscenza di Gilberto Tofano, figlio di Sergio in arte Sto – l’inventore del Signor Bonaventura – ho diretto due corti coprodotti da RAI: Bonaventura e il canotto (2001) e Bonaventura e il baule (2002), vincitori di un premio al festival di Lecco. Nel 2003 il mio corto animato Peperony, per il quale ho anche scritto le musiche, ha invece vinto il Prix Italia al festival Castelli Animati di Roma e ha fatto il giro di parecchi altri festival, da Bilbao a Tokyo.
A quel punto, assieme al mio socio Fabrizio Bondi, ho fondato Toposodo Independent Productions, dove ho diretto l’animazione di 15 episodi della serie francese Potlach (2005-6) per Rai e France 3, formando una nutrita squadra di artisti e tecnici. Con questi ultimi sono state realizzate le produzioni successive, in coproduzione con Rai e altri partner internazionali e distribuite in tutto il mondo, in particolare due serie televisive che ho ideato, scritto e diretto: La Banda Volante (26 episodi di 13′ che ho anche musicato, 2008) e le due stagioni di Taratabong – Il Mondo dei Musicilli (52 episodi di 7′, 2009-2010), su musiche di Patrizio Fariselli, il tastierista degli Area, che ha vinto il premio per la miglior serie preschool al festival Cartoons On The Bay 2009 e oggi si può trovare anche su Netflix. Nel 2010, ho presentato il progetto Avventura nell’Univerphone a Cartoon Forum, in Ungheria, mentre il mio progetto di lungometraggio d’animazione 2033 ha ottenuto il sostegno del MiBAC per lo sviluppo di sceneggiature originali. Nel 2013 ho firmato la regia dell’episodio Il Blues del Manichino per Rai. Recentemente, ho diretto il teaser del progetto di serie The Snores, per Gertie e RAI (2018).
Nel frattempo non ho smesso di dipingere e disegnare. Nel 2011 ho tenuto una personale di dipinti e disegni al Centro Espositivo e Museale SMS di Pisa, e nell’estate 2015 in un locale-galleria del quartiere Mitte
di Berlino. Una mia intervista a proposito di queste attività è uscita sul primo numero della rivista statunitense Journal of Urban Cultural Studies (An Artist Interview With Marco Bigliazzi) alla fine del 2013.
Già da un bel po’ sceneggiavo cartoni e progetti d’animazione, e alla fine la scrittura ha trovato anche uno sbocco narrativo col mio primo romanzo, In Bianco, che ha ottenuto una menzione speciale al festival Giallo Garda 2016. Poco dopo è uscito il racconto Supponiamo per assurdo e a settembre 2017 il secondo romanzo, In Nero.
Intanto continuavo anche a suonare e, oltre alle colonne sonore di alcuni dei cartoni, a dicembre 2017 è uscito il primo album della mia band attuale, i Parafulmini, dal titolo Tenere Fuori Dalla Portata Dei Bambini.
Per finire: ho insegnato e insegno animazione digitale – in passato al Politecnico di Milano, all’accademia Arsnova di Siena e all’Università di Pisa, e oggi all’Accademia Alma Artis di Pisa.
Vivo a Pisa e ho vissuto a Parigi, dove torno spesso e volentieri.

Marco Bigliazzi

Appuntamenti, HomePage, In Evidenza, Musica

Un pensiero su “Leggere attentamente le avvertenze

  1. Pingback: Parafulmini in concerto@Teatro Rossi Aperto, Pisa, 19/10 ore 21:30 – parafulmini

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *