Non ci sono parole

non_ci_sono_paroleGiovedi 23 Gennaio – ore 22.00

Non ci sono parole

Cristina Abati: voce, viola, violoncello
Marco Baldini: tromba
Luca Giorgi: percussioni, nastri, no input mixer, sintetizzatore

Un concerto di Cristina Abati, autrice e interprete, per voce, viola e violoncello. Un lavoro sulla materia e sul silenzio. La voce come manifestazione della poesia del suono, tesa alla ricerca di un’emozionalità corporea rivelata nell’elemento sonoro.
In un rapporto di fusione l’atto corporeo e la materia diventano ognuno risonanza acustica dell’altro. La composizione diventa una sorta di paesaggio tridimensionale, fatto di oggetti sonori portati in primo piano o spinti sullo sfondo, tutto lavorando con un unico strumento: il mio stesso corpo che, in sussulti di gioia fisica e voluttà acustica, libera la sua forza sonora.

Per questo appuntamento, sarà accompagnata da due musicisti attivi nel campo dell’improvvisazione radicale Marco Baldini e Luca Giorgi.

“non ci sono parole per dire i silenzi, non ci sono parole,
e’ solo ghiaccio da bere”

www.cristinaabati.net
www.teatrorossiaperto.it

, , Musica