Solidarietà al Municipio dei Beni Comuni

Martedì 22 aprile, dopo 14 ore di presidio, è stata sgomberata la ex caserma Curtatone e Montanara, che negli scorsi mesi abbiamo conosciuto come Distretto 42. Le attività del Municipio dei Beni Comuni l’avevano trasformato in un parco intitolato a don Andrea Gallo, in un luogo autentico di socialità e di incontro nel centro di Pisa; il Municipio dei Beni Comuni, nella consueta attenzione che rivolge a questi temi, aveva inoltre proposto all’amministrazione comunale di usare l’ex caserma per l’accoglienza ai migranti. Apprendiamo con soddisfazione che il sindaco Filippeschi ha manifestato un’apertura in tal senso. Crediamo tuttavia che il dialogo con le parti sociali, con chi libera gli spazi e li rimette in comune, a disposizione di tutte e tutti, non vada portato avanti dopo lo sgombero, ma già a partire dall’esperienza di occupazione. Le occupazioni non sono una questione di legalità, uno stato imbarazzante dal quale sottrarsi il più velocemente possibile; sono, invece, la legittima riappropriazione di beni da parte della collettività a cui sono stati sottratti, beni – come la ex-caserma – lasciati all’incuria, all’abbandono, all’inutilizzo. Ancora una volta, il Teatro Rossi Aperto si schiera dunque al fianco delle compagne e dei compagni del Municipio dei Beni Comuni. I beni comuni non sono una questione di ordine pubblico, ma una questione di democrazia.

Comunicati