Walter_Wendy.Carlos. Appunti sonori per tras-formare

giovedì 1 giugno ore 21:30

Collettivo Onoma

Walter_Wendy.Carlos

Appunti sonori per tras-formare

progetto vincitore del bando Assemblaggi Provvisori

a cura del collettivo ONOMA: Francesca Talozzi (regia e drammaturgia), Laura Rossi e Valerio Chellini (Carlos e Playboy), Claudia Pavoletti (voce), Martino Chiti e Nicola Buttari (videomaker, photomapping), Michele Fiaschi (scenografie virituali e luci), Tiziano Rosselli (Chi è Walter/Wendy Carlos?).

Dove si colloca il confine maschio/femmina? Quanto, come e in che modo i due termini ci identificano? Con quali strumenti scenici e con quali linguaggi possiamo tentare una esplorazione che ci conduca a ri-codificare i due termini nella costruzione delle proprie identità? Abbiamo scelto di farlo raccontandovi la storia di Walter/Wendy Carlos: espert* musicista, compositrice di musica elettronica e collaboratrice di Kubrik in Arancia Meccanica, considerata un* dei massim* esponenti del panorama della composizione extramusicale creata con sintetizzatore moog. Walter deciderà, nel 1972, di cambiare sesso e di diventare Wendy: di questa sua fondamentale esperienza di vita lascerà testimonianza in una lunga intervista rilasciata al direttore di Playboy nel 1979. Con estrema lucidità Wendy parla di sé e del suo essere ‘femmina’ e della importanza profonda della sua passione per la composizione extramusicale, considerata territorio aperto alle sperimentazioni, libero da regole, e dove poter ‘giocare’ la complessità della sua identità. ‘Assemblando provvisoriamente’ linguaggi visivi, scenici e sonori cercheremo insieme, attraverso la nostra presenza e corporeità e attraverso le nostre storie di ‘maschi e di femmine’, un luogo altro, un uni-versum dove nessuna identità si debba appiattire sull’altra ma anzi si arricchisca dell’altra, finalmente privat* di confini e frontiere da difendere e/o superare.

Il Collettivo ONOMA è un progetto di Effetto Collaterale che si occupa di creazioni performative attraverso l’uso di differenti linguaggi e creatività.

Lo spettacolo è stato tra i vincitori del Bando Dello Scompiglio “Assemblaggi provvisori” che interroga le arti sceniche, performative ed installative sul tema/confini di MASCHIO/FEMMINA

Appuntamenti, Teatro